TURATE – “Questa è la favola di “Zorro” o “Dante”, questi i nomi con i quali è stato chiamato: è un gattone di un quartiere di Turate. Stiamo parlando di un gatto randagio diventato la mascotte del condominio, da anni amato e coccolato da tutti, bambini, genitori, nonni e vicini di casa, parliamo al passato, perché da oggi il micione meraviglioso è volato sul ponte dell’arcobaleno. In un mondo dove gli animali vengono, ignorati, maltrattati, uccisi, torturati, la storia di Zorro Dante commuove. La settimana scorsa si è sentito male, i condomini disperati hanno fatto subito una colletta per farlo curare dal veterinario. Al momento del suo ritorno a “casa” tutti, ma proprio tutti, erano affacciati alla finestra impazienti di conoscere l’esito della visita. Il Gattone purtroppo ha retto solo pochi giorni”. A riferire la vicenda è l’associazione Cento per cento animalisti.

“Il nostro movimento – sottolineano i volontari – ringrazia queste splendide persone per la loro sensibilità, è raro di questi tempi vedere tanta generosità e amore per un randagio da persone “comuni”. Turate, grazie a queste persone, ha dimostrato di avere una marcia in più rispetto a tante realtà locali, tristemente note per atti di crudeltà, ultimo episodio l’avvelenamento di un cane a Gerenzano alcune settimane fa, il sindaco Alberto Oleari vada fiero di questi cittadini, che tra l’altro sono anche suoi vicini di casa”.

26052020

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome