CISLAGO – Divertirsi e stare insieme sì. disturbare il vicinato no: questo il teorema seguito dal sindaco Gianluigi Cartabia di Cislago, che ha emesso una ordinanza per fare spegnere la musica a mezzanotte. “A seguito delle numerose segnalazioni che mi sono pervenute, e visto quello che sta avvenendo dopo lo sblocco delle restrizioni imposte dall’emergenza Covid 19 che stanno causando disturbo alla quiete pubblica, sono intervenuto con l’ordinanza sperando che questo serva alle forze di pubblica sicurezza e che sia uno strumento che agevoli il loro lavoro di controllo sul territorio – rimarca il primo cittadino – Il tutto con la speranza di garantire sonni più tranquilli ai cislaghesi. Nelle ultime settimane sono arrivate diverse segnalazioni al palazzo comunale e personalmente al primo cittadino per schiamazzi notturni e musica che prosegue fino a tarda sera tenendo alzati i cislaghesi che complici le finestre aperte per il caldo finiscono per fare i conti con il rumore troppo forte per dormire”.

Entrando nel dettaglio, si legge nella ordinanza, “cConsiderato che varie iniziative organizzate su aree pubbliche o in locali all’aperto possono incidere negativamente sul diritto al riposo delle persone e costituire fattore scatenante di turbative in materia di ordine e sicurezza pubblica risulta necessario disciplinare gli orari delle attività di intrattenimento svolte all’aperto”. Intento dell’Amministrazione civica è permettere a bar, locali e associazioni di organizzare eventi che animino il paese senza però pregiudicare il riposo notturno dei residenti e la vivibilità delle zone interessate. L’ordinanza stabilisce che “in occasione di manifestazioni di particolare rilevanza, avvenimenti o ricorrenze, il sindaco possa concedere deroghe agli orari stabiliti con il provvedimento ad hoc”. Prevista per i trasgressori una sanzione di 500 euro.

30072020

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome