SARONNO – Ieri sera il capo della Protezione civile Angelo Borrelli, ha firmato l’ordinanza che stanzia i 400 milioni ai Comuni da utilizzare come buoni spesa per far fronte all’emergenza Coronavirus e aiutare chi è in difficoltà economica. Definita la ripartizione dei fondi: l’80% del totale, 320 milioni, viene ripartito tra le amministrazioni in base alla popolazione, mentre il 20%, 80 milioni, viene distribuito in base alla differenza tra il reddito pro capite e il reddito medio nazionale.

Ma quanti soldi spettano ai comune del Saronnese?
A Saronno che ha una popolazione di 39.415 abitanti spettano 208.961,15 euro, a Caronno Pertusella (17.938 abitanti) 95.099.46 euro, a Gerenzano (10.908 abitanti) 57.829.46 euro, a Uboldo (10.656 abitanti) 56.493.47, a Cislago (10.412 abitanti) 55.199 euro ed a Origgio (7.880 abitanti) 41.776,32 euro.

COME SARANNO UTILIZZATI
I Comuni possono distribuire i fondi stanziati dal governo per l’acquisto di buoni spesa – prevede l’ordinanza – utilizzabili per l’acquisto di generi alimentari o per comprare e distribuire direttamente prodotti di prima necessità. Nel testo non viene specificato l’importo dei buoni spesa.

CHI SARANNO I BENEFICIARI
L’ufficio dei servizi sociali di ciascun Comune individuerà la platea dei beneficiari: sarà data priorità a chi non è già destinatario di altro sostegno pubblico (come il reddito di cittadinanza). Mentre per l’acquisto e la distribuzione dei beni ci si può avvalere di enti del terzo settore.

(foto archivio: code degli ultimi giorni ai supermercati)

30032020

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome