SARONNO – UBOLDO – C’era anche il suo pitbull Tito stamattina quando è stato arrestato con i suoi fratelli gemelli nella sua abitazione nel cuore di Uboldo. Quello che compare nel suo profilo instagram. Era accanto alla porta quando prima delle 5 i carabinieri della compagnia di Saronno guidata dal capitano Pietro Laghezza hanno fatto irruzione nell’appartamento arrestando tutti e tre i fratelli

Insieme ai tanti tatuaggi, all’abbigliamento alla musica rap e trap Tito era parte del mondo del 36enne Oscar Scali volto noto a Saronno oltre che ad Uboldo e finito in manette nella maxi operazione antidroga. Con il fisico palestrato e i tatuaggi sul volto Oscar è immediatamente riconoscibile che passeggi per corso Italia o compaia in una produzione musicale. L’uboldese non passava mai inosservato soprattutto sui social dove il suo nick cita Carlito’s Way celebre film con Al Pacino. Qui sfoggiando look street, tra scarpe ed occhiali da sole, ha collezionato quasi 7 mila follower. Ma non solo. Oscar fa anche il produttore musicale tanto da essere stato protagonista di collaborazioni con Melo, Guè Pequeno, Furia e Vacca. E’ comparso anche nell’ultimo video di Malika Ayane, “Wow”. Mondi diversi a cui si aggiungeva, secondo quanto ricostruito dai carabinieri, anche quello dello spaccio.

Ricostruire l’attività di spaccio che ha portato ai 9 arresti tra cui quello del fashion blogger ha richiesto mesi di lavoro ai militari, che guidati dal maresciallo Andrea Abis numero uno del Nucleo operativo saronnese, hanno dovuto districarsi tra codici e parole d’ordine con cui i membri del gruppo di scambiavano le informazioni nelle conversazioni intercettate.





LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome