ORIGGIO – Come cantava Patti Pravo l’idea è nata un poco strisciando, durante le difficili giornate del lockdown quando i provvedimenti e le criticità si susseguivano e l’Amministrazione rispondeva colpo su colpo. E se il sindaco Mario Ceriani si rincandidasse e continuasse a guidare il paese?

Per la verità Mario Ceriani è stato chiaro sulla sua scelta di non correre per un secondo mandato. Ha annunciato la decisione ad inizio febbraio, l’ha fatto con la semplicità e la coerenza che lo contraddistinguo parlando di motivi personali e ringraziando la sua coalizione e il suo team.

Ma poi il mondo è cambiato. C’è stata l’emergenza Coronavirus Mario Ceriani, sindaco di Origgio, è stato in prima linea usando esperienza e competenza frutto della sua esperienza amministrativa e personale. A fine aprile ha chiuso anche la sua carriera di medico di famiglia. Già l’anno scorso aveva cercato di andare in pensione ma aveva rinunciato quando era rimasto senza sostituto. Per non lasciare i propri pazienti senza medico sul territorio ha proseguito fino al mese di aprile 2020 quando ha chiuso questo capitolo della sua vita.

E così in uno scenario politico e sociale completamente nuovo oggi sono molti gli origgesi che si chiedono se il sindaco Mario Ceriani sia disponibile per un secondo mandato anche alla luce del momento difficile che il paese sta vivendo. L’ipotesi piace ai cittadini ma anche al mondo politico dove un ripensamento da parte di Ceriani potrebbe evitare le tensioni e le minacce di spaccature che animano il centrodestra dopo il tentativo di unione tra il centrodestra e i civici.

E il diretto interessato cosa ne pensa? Intervistato da ilSaronno il sindaco Ceriani, che con la sua giunta recentemente ha rinunciato al proprio compenso per il periodo per cui è stato prolungato il mandato destinando i fondi per l’acquisto di mascherine, ha preferito non affrontare l’argomento: “Al momento questo non è un tema sul piatto. Sto seguendo i lavori ma la mia priorità adesso è lavorare per gestire al meglio le tante diverse necessità che interessano la nostra comunità dopo l’emergenza Coronavirus”.

Ma chi è il sindaco Ceriani?
Ceriani ha conquistato la fascia di primo cittadino nel 2015 alla guida di Promuovere Origgio lista civica sostenuta da Lega, Fratelli d’Italia e Unione italiana. Questo mandato, il terzo alla guida del paese, è solo l’ultimo incarico di una lunga carriera politica spesa per la comunità origgese. Ceriani, di professione medico, è stato vicesindaco dal 1991 poi primo cittadino dal 1996 al 2008. Ha anche ricoperto la carica di consigliere provinciale per Forza Italia dal 2007 al 2008.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome