GERENZANO – E’ già attivo il primo “carrello solidale” di Gerenzano un servizio organizzato dall’Amministrazione per permettere a chi lo voglia dare un aiuto concreto a chi vive un momento di difficoltà. L’assessore ai Servizi Sociali Dario Borghi ha confermato nelle ultime ore l’attivazione del nuovo servizio che si basa sul principio della spesa sospesa. In sostanza dopo la barriera delle casse del supermercato Tigros è stato posizionato un carrello dove è possibile lasciare generi alimentari per chi vive un momento di difficoltà creato o aggravato dal lockdown e dall’emergenza Coronavirus. Insomma come recita lo slogan di tante iniziative analoghe “chi può lascia e non non può prende”. Tutto è iniziato con una missiva del sindaco Ivano Campi ai supermercati cittadini chiedendo la possibilità di lasciare creare il servizio che viene gestito in collaborazione con la Caritas locale. “Il carrello è già attivo – spiega Borghi – e abbiamo già concordato le modalità di gestione con il presidente della Caritas. Siamo in attesa della risposta di un altro punto vendita”. Un’iniziativa analoga ma gestita da volontari è arriva anche nella vicina Saronno dove i carrelli sospesi sono ben 6 in altrettanti punti vendita nei diversi quartieri della città.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome