GERENZANO – “Cristiano Borghi accusa l’Amministrazione Comunale di essere in “colpevole ritardo” e un “po’ carente” nell’affrontare il tema del centro estivo. A nostro avviso dovrebbe imparare, prima di scrivere, a documentarsi così da evitare di aggiungere, ad una collezione già nutrita, ulteriori figuracce”.

Inizia così l‘assessore ai Servizi sociali Dario Borghi quando replica alla presa di posizione del consigliere di minoranza Cristiano Borghi sull’organizzazione dei centri estivi.

“Bastava dare un’occhiata sul sito istituzionale del Comune di Gerenzano per trovare la pubblicazione relativa all’attività svolta per l’organizzazione del centro estivo, svolgendo, finalmente e seriamente, il suo ruolo di opposizione.

Sul sito avrebbe trovato gli atti, che avrebbe anche potuto richiedere in copia ed avere integralmente, relativi all’approvazione del progetto per la gestione dei servizi educativi (centro estivo) per gli anni 2020/2023, approvato con atto n. 533 del 30/11/2019 (NOVEMBRE 2019).

Avrebbe anche potuto appurare che, con successivo atto n. 566 del 19/12/2019 (DICEMBRE 2019), è stata avviata la procedura di gara per l’affidamento del servizio e con atto n. 118 del 10/03/2020 (MARZO 2020) è stata nominata la commissione per la valutazione delle offerte che nel frattempo sono pervenute. Poi tutte le attività si sono OBBLIGATORIAMENTE fermate per l’emergenza COVID-19.

Ci sembra, come sempre accade, che gli atti smentiscano clamorosamente le affermazioni di Cristiano Borghi che, speculando su una situazione di oggettiva difficoltà, crea solo discredito senza aggiungere nulla di costruttivo.

Pensare che un post su Facebook sia svolgere il proprio ruolo di consigliere di opposizione la dice lunga sul valore aggiunto dell’azione politica del suo gruppo. La procedura di gara, ripresa dopo la fase emergenziale, si concluderà questa settimana e successivamente, fatte le necessarie verifiche normative, si procederà all’affidamento del servizio.
Prossimamente procederemo alla raccolta delle iscrizioni che ci consentiranno di programmare l’inizio del campo estivo nel rispetto dei protocolli di sicurezza.
Forse Cristiano Borghi si è confuso con qualche altro Comune”.

12062020

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome