GERENZANO – “Carissimi, alle solite parole che da mesi continuiamo a sentirci ripetere – ha comunicato don Claudio – vorremmo aggiungerne una della tradizione cristiana che può dare un senso nuovo a tutte le difficoltà di questo periodo così straordinario… Speranza. Speranza non vuol dire fare con leggerezza o superficialità augurandoci che tutto vada bene -“Sperèm!!”- ma vuol dire avere la certezza di un destino buono per noi, della vittoria finale del bene sul male. La speranza cristiana ci permette di vivere ogni giorno le nostre fatiche, i nostri dolori, le nostre difficoltà senza cadere nella disperazione perché il Signore ci vuole bene. Ma il Suo abbraccio si manifesta in quello delle persone che incontriamo e anche se ora non possiamo abbracciare realmente, basta uno sguardo che esce da una mascherina per darci questa speranza…”

Con queste parole, l’intento e il desiderio di don Claudio Robbiati è proprio quello di dare un segno concreto di ripresa e incominciare a gettare le basi per la ripartenza. In realtà l’oratorio aveva già deciso a fine giugno di non fermarsi e molto coraggiosamente, con non poca fatica, il mese di luglio si è svolto l’oratorio estivo. Quattro settimane intense in cui rispettando scrupolosamente tutte le misure anti covid, una cinquantina di ragazzi hanno potuto trascorrere una parentesi estiva quasi “normale”, potendosi rivedere dopo mesi in cui i contatti e rapporti viaggiavano attraverso le varie piattaforme online. E’ stato possibile, rigorosamente divisi in gruppi, giocare, lavorare, cantare, pregare…una boccata d’ossigeno davvero necessaria per questi ragazzi che hanno partecipato con molto entusiasmo aiutati e coordinati dal don, dagli animatori e da alcuni adulti.

Con la stessa determinazione e attenzione si farà la festa dell’oratorio che si svolgerà dal 18 al 27 settembre, saranno soprattutto i fine settimana i momenti in cui ci si potrà trovare per assistere a qualche spettacolo o per gustare qualcosa di buono preparato dal servizio gastronomico, rigorosamente distanziati sotto al tendone.

Anche la vita parrocchiale e l’anno liturgico ripartono con un appuntamento tradizionale, quello della processione della festa del Santo Crocifisso quest’anno si svolgerà domenica 13 settembre alle 16 con partenza da cimitero percorrendo le vie che conducono fino alla piazza della chiesa. Rispettando il distanziamento e con l’utilizzo delle mascherine. Alla processione sarà presente anche don Fernando Sarcinella, il nuovo parroco recentemente nominato, che da settembre sostituirà don Franco Motta che si trasferirà a Milano. Prossimamente sarà comunicata la data ufficiale dell’entrata del nuovo parroco e la festa per i saluti a don Franco.

(foto oratorio estivo 2020 e festa degli oratori 2019)




12092020

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome