GERENZANO – Imu, scadenze e proroghe per le famiglie e le realtà in difficoltà, l’Amministrazione comunale spiega come funziona.

“A decorrere dal 1° gennaio 2020 è stata abrogata la Tasi ed è entrata in vigore la nuova Imu, che accorpa in parte la precedente Tasi. In sede di prima applicazione della nuova Imu, la prima rata dell’anno 2020 da corrispondere è pari alla metà di quanto versato a titolo di Imu e Tasi per l’anno 2019. Il versamento della rata a saldo dell’imposta dovuta per l’intero anno è eseguito, a conguaglio, sulla base delle aliquote che saranno a breve deliberate dal Comune per l’anno 2020”.

Ma considerate le difficoltà del 2020 ci sono delle deroghe: “In considerazione delle difficoltà economiche di imprese e famiglie legate all’emergenza Covid-19, l’Amministrazione Comunale ha previsto la non applicazione di sanzioni ed interessi nel caso di versamento dell’acconto Imu 2020 effettuato oltre la scadenza del 16 giugno, ma entro il 30 settembre 2020, limitatamente ai contribuenti che hanno registrato le seguenti difficoltà economiche: perdita del posto di lavoro, per le persone fisiche; riduzione del 33% del fatturato registrato nel trimestre di riferimento (marzo, aprile, maggio) rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, per le persone giuridiche e lavoratori autonomi.

I contribuenti di cui ai punti precedenti, dovranno dichiarare con apposita dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà, la situazione di difficoltà economica, a pena di decadenza, entro il 31 ottobre, allegando idonea documentazione attestante la situazione di disagio economico”.

Ulteriori informazioni su calcolo Imu e modalità di versamento sono disponibili sul sito di Saronno Servizi (https://www.saronnoservizi.it/gerenzano/tributi/imu/) che, dal primo gennaio 2019 si occupa del servizio tributi.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome