ORIGGIO – “Sono voci prive di fondamento. Non vogliamo chiudere il centro anziani ma auspichiamo che, l’associazione che ne gestisce gli spazi, si doti al più presto delle necessarie figure di vertice in modo da poter relazionarsi al meglio con l’Amministrazione”. Sono le parole del sindaco Mario Ceriani che smentisce le voci sulla volontà dell’Amministrazione di cambiare la destinazione dei locali di via Manzoni.

Ma qualè la situazione al momento? Il centro anziani è stato chiuso in seguito al lockdown per l’emergenza Coronavirus ed ha riaperto solo per le dichiarazioni dei redditi nel pieno rispetto delle normative. Nel frattempo l’Rsa San Giorgio è alla ricerca di spazi in cui organizzare il proprio centro diurno che ospita una quarantina in anziani che, per le limitazioni di sicurezza legate all’emergenza sanitaria in atto, non possono entrare per le attività negli spazi della struttura come succedeva abitualmente.

“Certo i locali del centro anziani sarebbero adatti – spiega Ceriani – ma l’ipotesi non si è concretizzata per l’impossibilità di garantire la compresenza anche delle attività dell’associazione anziani”. Il sindaco dunque smentisce il cambio di destinazione degli spazi del centro anziani. “Ma è importante che l’Associazione anziani si doti presto di un direttivo e di un presidente che possano gestire al meglio le attività e il rapporto con l’Amministrazione”.

Insomma il primo cittadino è in prima linea non solo sull’affrontare l’emergenza sanitaria ma anche sulle scelte che riguardano il futuro di Origgio e chissà forse questa permanenza alla guida del paese gli ha fatto ripensare alla sua decisione di rinunciare al secondo mandato. A domanda diretta però il sindaco replica: “Al momento questo non è un tema sul piatto. Sto seguendo i lavori per un centrodestra unito anche coi civici ma la mia priorità adesso è lavorare per gestire al meglio l’emergenza coronavirus e le tante diverse emergenze che interessano la nostra comunità”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome