ROVELLASCA – Il sindaco di Rovellasca, Sergio Zauli, ha “denunciato” Poste italiane per interruzione di servizio, per la chiusura dell’ufficio del paese, che non è più operativo di giovedì scorso. A seguire una serie di tentativi dell’Amministrazione civica per avere informazioni riguardo a motivazioni (forse legate alle problematiche organizzative dell’emergenza coronavirus?) e tempi della chiusura, anche a fronte della mancanza sulla porta delle Pptt di un avviso che indicasse qualche alternativa agli utenti. Poi la decisione del sindaco di andare alla caserma dei carabinieri per formalizzare una segnalazione dell’accaduto, nella consapevolezza che nel caso venga ravvisato, si tratterebbe di un reato procedibile d’ufficio.

A confermare la sua scelta di rivolgersi ai carabinieri è lo stesso primo cittadino (foto): “Ho denunciato Poste italiane per interruzione di pubblico servizio, che a Rovellasca hanno chiuso senza indicare un ufficio alternativo, un numero telefonico di riferimento e senza neppure esporre un cartello! Solo dopo la denuncia poste mi hanno assicurato unicamente il pagamento delle pensioni il 1 aprile”.

18032020

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome