LONATE CEPPINO – “È partita, in ritardo rispetto ad altri comuni, la distribuzione delle mascherine fornite da Regione. Molti over 70, persone in quarantena e beneficiari del credito per gli acquisti le stanno ricevendo dalla Protezione civile”. E’ il gruppo “Lonate in Comune” a fare il punto della situazione.

C’è ancora, però, molta confusione nella popolazione, in particolare per la parte di mascherine affidate ai medici di base che si trovano loro malgrado a dover gestire un maggior aggravio di lavoro e responsabilità ma anche per i criteri di scelta. In tal senso riteniamo opportuno precisare quanto segue:

• la comunicazione comunale in generale, e sulla questione mascherine in particolare, appare alquanto lacunosa. Mancano canali moderni e veloci di comunicazione (non abbiamo una pagina facebook comunale, un’applicazione dedicata per colloquiare con gli uffici e la fondamentale distribuzione cartacea delle notizie che copre sicuramente tutta la popolazione). Mancanza che abbiamo evidenziato da anni ma che adesso si evidenzia in tutta la sua drammatica necessità.

• Le mascherine, in ogni caso, sono insufficienti. Abbiamo chiesto di acquistare altre mascherine a copertura di tutta la popolazione tramite il bilancio comunale. Non abbiamo avuto risposta. Appare chiaro che la mancanza di un sindaco e di una giunta che debbano rendere conto ai propri elettori in una situazione come questa sia assolutamente un grande problema. E questo purtroppo non è dipeso da noi.

Faremo il possibile, come stiamo facendo, per proporre e informare a servizio della nostra comunità, auspicando che a livello nazionale si possa almeno accogliere la proposta fatta da alcuni soggetti politici, di riduzione dell’Iva al 4% sulle mascherine e su tutti i presidi medici obbligatori a seguito del Covid19.

(foto archivio: una immagine delle mascherine fornite da Regione Lombardia)

17042020

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome