MOZZATE – A Mozzate l’arresto di un uomo del posto, che aveva poco meno di 1000 files dal contenuto pedopornografico nel computer. Circostanza ulteriormente sconcertante, è che si tratterebbe di un quarantenne che di professione fa l’educatore nel vicino varesotto. L’uomo è stato bloccato dagli agenti della polizia postale: ad incastrarlo proprio le indagini degli agenti, che sono riusciti a tenere sotto monitoraggio il suo pc, testimoniando così l’attività che vi veniva svolta.

L’arresto è avvenuto nei giorni scorsi ed il diretto interessato è stato nell’immediatezza trasferito nel carcere comasco del “Bassone” a disposizione dell’autorità giudiziaria e per gli interrogatori di rito. Ovviamente i tutori dell’ordine hanno anche preso in consegna il suo personal computer per “scandagliarne” il contenuto e compiere tutti gli accertamenti del caso, anche sulla provenienza e sui “protagonisti” dei filmati che si trovavano nell’hard disc.

28022020

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome