SARONNO – Approvato da Regione Lombardia il piano di vaccinazione massiva per il territorio dell’Ats Insubria. Sono stati individuati 8 centri che, a pieno regime, saranno in grado di erogare quasi 22.000 dosi al giorno.  Il piano è stato illustrato ai 286 amministratori locali della provincia di Como e Varese nel corso della Conferenza dei sindaci che, dopo la conferenza stampa di metà giornata in Regione, si è svolta nel pomeriggio di oggi e alla quale ha partecipato il coordinatore del piano vaccinale, Guido Bertolaso. La vaccinazione di massa anti covid prevede per il territorio dell’Insubria una popolazione di 959.000 soggetti da inoculare, secondo l’ordine di priorità definito dalle indicazioni ministeriali e regionali per la Fase 2. A Saronno il punto vaccini è la palestra della scuola PIzzigoni di via Parini (foto).

“L’offerta dei centri vaccinali massivi – fanno sapere da Ats Insubria – andrà ad affiancare l’attività svolta dai Punti vaccinali delle Asst che continueranno ad operare e sarà integrata dalle somministrazioni garantite dalle strutture private (ospedali ed ambulatori), dai medici di medicina generale, dalle vaccinazioni domiciliari e dalle farmacie. Per i territori di difficile raggiungibilità, è stata prevista l’attivazione di team mobili in collaborazione con l’Esercito italiano, così da facilitare l’accesso alla vaccinazione anche per i residenti con difficoltà di spostamento. La partenza dei centri vaccinali di massa è subordinata alla fornitura di vaccini”.

03032021

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome