SARONNO – Coronavirus e scuola: in vista della prossima annata didattica la lista civica Airoldi sindaco (che sostiene la candidatura di Augusto Airoldi alle elezioni di settembre) propone di ripristinare la figura del medico scolastico, per una maggiore tranquillità di studenti e personale.

Ecco il suo intervento.

Non rientra nelle competenze dell’ente locale, lo sappiamo. Ma il sindaco è anche la prima autorità locale in materia di salute pubblica. A lui spetta difendere la salute dei suoi concittadini e garantire le migliori condizioni di vita a partire dai più fragili, dai più piccoli. Il rischio epidemiologico da Sars-Cov-2 nel nostro paese è ancora presente e occorre mantenere alta l’attenzione. Certo ci sono i comportamenti individuali, le responsabilità personali che chiamano ciascuno di noi a comportamenti attenti, ad adottare precauzioni, a rispettare le regole di sicurezza sanitaria che devono diventare modalità quotidiane e condivise. Non possiamo sottovalutare la situazione. Non dobbiamo. Ma un’amministrazione locale deve fare anche altro.

Pensiamo che sia importante una presa di coscienza forte sui servizi di prevenzione sanitaria e in particolare crediamo che sia necessario ripristinare la figura del medico scolastico. Il medico scolastico serve per garantire la sicurezza delle nostre ragazze e dei nostri ragazzi. E non solo per il ritorno a settembre, dopo la chiusura per il Covid. Ma come presidio permanente per rassicurare le famiglie.

Se Saronno ci darà fiducia, convocheremo un tavolo con Distretto sanitario, Ats, organismi scolastici, facoltà di medicina Università dell’Insubria, ed eventuali privati per attivare un progetto specifico, anche coinvolgendo medici e pediatri che già operano nel territorio. Chiederemo interventi strutturati di medicina preventiva nelle nostre scuole, dall’infanzia alle superiori.

Saronno è un polo scolastico d’eccellenza e richiama migliaia di studenti che provengono dalle province di Milano, Varese e Como. Vogliamo per questi studenti forme di sorveglianza sanitaria oltre che protocolli di sicurezza specifici per l’emergenza Covid. Avremo un’attenzione particolare per le scuole dell’infanzia, le primarie e le secondarie di primo grado.

In mancanza di finanziamenti da Regione Lombardia, faremo di tutto per reperire le risorse necessarie a coadiuvare e supportare una azione sanitaria integrata sulle scuole cittadine.

E’ a scuola che c’è il futuro della nostra città!

Lista civica Augusto Airoldi sindaco

19082020

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome