SARONNO – Un maxi cero è stato donato, rinnovamento il voto della città, dal sindaco Alessandro Fagioli al Santuario della Beata Vergine dei Miracoli.

Quest’anno la cerimonia si è tenuta in forma molto ridotta limitandosi alla consegna del cero e quindi senza la tradizionale processione da piazza San Francesco al Santuario e senza la messa.

Intensa comunque la cerimonia che si è tenuta davanti l’altare della Beata Vergine dei Miracoli con il prevosto monsignor Armando Cattaneo. Prima della consegna, alle 16,45, sono suonate in contemporanea in tutta la città le campane delle 6 parrocchie. Non solo. A salutare il voto dei saronnesi sono stati anche i campanili della città di Challans gemellata con quella degli amaretti. Il parroco Jean Bondu e il sindaco Serge Rondeau hanno voluto così esprimere la propria vicinanza ai saronnesi in questo momento così difficile.

Non a caso nella preghiera il prevosto ha ricordato non solo chi si è spento a causa del coronavirus ma ha chiesto alla Beata Vergine di “liberare dal contagio Saronno, l’Italia, Challans e il mondo”.

Prima della benedizione il prevosto ha donato al sindaco un’edizione “che mi è molto cara” del Vangelo.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome