TRADATE – “Sto bene, non sono malato, sto lavorando tutt’ora come medico e sono contento del mio lavoro, in questo momento critico per la città di Tradate e tutta l’Italia”: il sindaco di Tradate, Giuseppe Bascialla, inizia così il suo videomessaggio ai concittadini. Nei giorni scorsi Bascialla era stato ad una riunione istituzionale dove era presente anche una persona poi rivelatasi positiva al coronavirus: “Sono in vigilanza attiva, perchè ero venuto in contatto con questa persona. Per la sua posizione apicale, visto che aveva un raffreddore, era stato sottoposto a tampone risultando positivo. Io sono stati avvisato domenica di questa positività e vado in vigilanza attiva: quando vado a contatto con le persone devo dotarmi di guanti e mascherina. Ciò mi ha permesso di fare il mio lavoro di medico, e quello di sindaco lo faccio per telefono: non mi sono presentato in Comune per non creare “panico” e nel rispetto di chi lavora”.

Prosegue Bascialla: “Voglio invitare gli anziani a starsene in casa, tanto non manca il pane, per andarlo a comprare c’è sempre qualcuno che vi aiuta, Imparate a stare in casa, anche i Servizi sociali danno ampia disponibilità in caso di bisogno. State in casa! E’ una situazione che sta diventando piuttosto pesante. Invito anche gli altri tradatesi, non presentatevi in fila nei negozi o supermercati, rispettare sempre la regola del metro di distanza. Mi raccomando, tenere le distanze! Abbiamo anche posto un avviso nei parchi cittadini invitando a non assembrarsi, altrimenti i parchi giochi verranno chiusi compreso quello di fronte al Municipio”.

13032020

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome