TRADATE – A Tradate come a Saronno come negli altri market lungo l’ex statale Varesina. C’è chi ha fatto una spesa da 700 euro, e chi si è informato sui social chiedendo se per andare al supermercato fosse necessario indossare la mascherina. Tiene banco la corsa alla spesa che fa da corollario all’allarme Coronavirus in Lombardia.

Anche ieri come nei giorni precedenti affluenza consistente, nei market della zona, e soprattutto spese decisamente “importanti”, ben al di là dei normali acquisti settimanali, ne sa qualcosa chi si è trovato a passare all’Esselunga alle porte di Tradate, o da Esselunga a Saronno o Solaro, agli Unes di Saronno, o da Tigros o Lidl a Caronno Pertusella o Gerenzano, tanto per fare qualche esempio. Come andrà oggi? Di certo molto dipenderà anche dall’andamento della situazione per quanto riguarda i contagi da Coronavirus, che potrebbero spingere ad una maggiore serenità o, di converso, ad ulteriore allarmismo. Del tutto ingiustificato, per quanto concerne gli approvvigionamenti alimentari, come confermato anche dalle società che gestiscono i supermercati.

(foto: scaffali vuoti in una Esselunga della zona)

26022020

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome