TRADATE – Quando i carabinieri di Saronno li hanno trovati in via Europa hanno detto di essere vittima di una rapina. Hanno raccontato di malviventi che li hanno malmenati per prendere la vettura e che dopo essere saliti in auto si sono schiantati contro un albero fuggendo poi a piedi. Una storia che non ha convinto i carabinieri che nel giro di poche ore hanno ricostruito l’accaduto.

In realtà non ci sarebbe stato nessun fantomatico malvivente o aggressore solo il violento impatto dell’auto su cui viaggiavano un 21enne e un 20enne contro un albero con il conducente che resta ferito seriamente. I due decidono di mascherare l’accaduto si allontanano dal luogo dell’incidente e danno l’allarme. Sono le 5,30 quando arrivano i carabinieri e un’ambulanza. Il personale del Sos di Mozzate presta le prime cure il 21enne che ha riportato un trauma facciale e ferite alle gambe e alle braccia. Il giovane racconta la sua versione dei fatti. Alcune persone l’hanno costretto a scendere dall’auto. Sono ripartite a grande velocità e sono finite contro un albero riuscendo a darsi alla fuga prima dell’arrivo delle pattuglie. Una versione che non regge e mentre il giovane viene portato all’ospedale di circolo di Varese i carabinieri ricostruiscono l’accaduto trovando prima qualche discrepanza nella versione dei ragazzi e poi le prove che i due erano nell’abitacolo al momento dello schianto. Ora la loro posizione è al vaglio delle forze dell’ordine per loro si prospetta un’accusa per simulazione di reato.

09022020

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome