LOMAZZO – Dopo 90 anni chiude la Henkel a Lomazzo: la storia dello stabilimento della multinazionale chimica alle porte del Saronnese sembra essere gunta all’epilogo. Si apprende infatti che la dirigenza Henkel ha comunicato ai sindacati la decisione di chiudere entro l’inizio dell’estate, si parla di giugno, la fabbrica situata nella bassa comasca.

Quello di Lomazzoi è stato il primo stabilimento aperto dalla società tedesca in Italia. Era il lontano 1933. Vengono attualmente prodotti detersivi ed ammorbidenti, sia per il bucato che per i piatti. I sindacati sono in allarme: i posti di lavori, fra chi è direttamente in azienda e l’indotto, sono circa 150, fra operai ed impiegati che lavorano nella ditta e chi fornisce “supporto” dall’esterno, fornitori e quant’altro. Insomma, l’impatto sul territorio di annuncia molto pesante.

(foto: logo Henkel. Una presenza, quella della multinazionale chimica tedesca, che nella zona ha radici molto profonde. Lo stabilimento di Lomazzo era stato aperto nel lontano 1933)

12022021

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome