TURATE – Una partita che ha un sapore diverso per entrambe le squadre. Il Cistellum che non può più perdere punti, soprattutto in casa, sennò scappa il treno playoff, il Novedrate, che non ha più scuse, servono punti per uscire dalla zona retrocessione. Una partita che si preannuncia ricca di colpi di scena. Questa è Cistellum – Novedrate. La partita promette subito spettacolo e si apre al 3′ minuto, quando da un’azione del tutto casuale il Novedrate va vicinissimo al gol, tiro da centrocampo di Peloso, che sbatte sulla traversa. Ma il Cistellum si riprende subito e dopo molto possesso palla sterile si porta in vantaggio. È il 19′ minuto quando Caruggi, dopo un’imbucata perfetta di Moiana, con un diagonale fulmina il numero 1 ospite, è 1-0. Ma il Novedrate non vuole stare a guardare, ed al 21′ va vicina al pareggio, con un contropiede, dopo una palla persa a centrocampo dai padroni di casa, che rischiava di essere letale. Ancora ospiti però, 5 minuti dopo, con un tiro pericoloso da fuori area, ma D’Auria con tranquillità salva in due tempi. La partita prosegue, e quando il Cistellum si rende pericoloso, il risultato sembra sempre lo stesso, infatti tiro di Caruggi, con deviazione decisiva di Labita da dentro l’area piccola, è 2-0. Ancora però Novedrate, che a tratti sembra avere il pallino del gioco, al 35′ punizione dal limite intercettata dalla barriera ma è bravissimo il numero 1 del Cistellum a salvare sulla ribattuta. 5 minuti dopo però il passare il Cistellum si rimette in avanti, e risulta pericolosissimo, cross dalla sinistra di Plebani, Rimoldi si mangia un gol su tiro da buona posizione. Sembra tutto pronto per il rientro negli spogliatoi, ma i padroni di casa non ci stanno, e con caparbietà Caruggi ruba palla all’ultimo difensore e solo davanti al portiere insacca per il 3-0 Cistellum. Dopo il duplice fischio il risultato quindi è sul 3-0 per i padroni di casa, che al momento sembrano avere il controllo totale del match.

E’ la ripresa. Dopo una prima frazione a tratti dominata dai padroni di casa ci sono decisamente tutti i presupposti per un bel secondo tempo. Purtroppo inizia male per il Cistellum, che al primo minuto perdono per infortunio Aracne, entra Morosi. La vera prima emozione di questa frazione arriva al 4′ minuto grande azione del Novedrate che grazie ad una deviazione da opportunista di Orsenigo, si rimette in partita, è 3-1. Ma le emozioni non sono finite qui, neanche dieci minuti e il Cistellum allunga. Arriva la tripletta personale per Caruggi, che sfrutta la ribattuta del portiere, arrivata da un tiro di Labita, su cross di Moiana. È 4-1 Cistellum. Al 16′ si rifà vivo il Novedrate, che accorcia. Rigore fischiato nonostante le accese proteste dei padroni di casa, Peloso è freddo e batte D’Auria, 4-2 e tutto rimane aperto. Ma d’ora in avanti i padroni di casa alzano il baricentro e si vede, al 35′, dopo molto “Tiki Taka” dei padroni di casa, arriva il 5-2. Triangolo perfetto tra Labita e Zum’til, con quest’ultimo che serve un cross perfetto sul secondo palo, che proprio Labita ribadisce in rete, è 5-2. La partita prosegue, sembra tutto perfetto per i padroni di casa, fino a quando Landoni, non compromette la sua partita, già ammonito, in pieno recupero prende un altro giallo, e si vede costretto a saltare la prossima partita. L’arbitro sancisce così la fine del match, una vittoria fondamentale per gli uomini di mister Antuono, che si ritrovano con 36 punti, in pienissima zona playoff, e possono pensare anche più in grande, mentre male il Novedrate, che con anche talvolta sfortuna spreca e rimane ferma a 14 punti, in piena zona rossa.
Cistellum – Novedrate 5-2

CISTELLUM: D’Auria, Rimoldi M. (25′ st Di Noto), Salvo, Landoni, Aracne (1′ st Morosi), Franchi, Labita (37′ st Mosca), Iovine, Moiana, Caruggi (16′ st Zum’til), Plebani (30′ st Domingo)
A disposizione: Cozzi, Speranza, Rimoldi N., Pigozzi. All. Antuono

NOVEDRATE: Cazzaniga, Pozzoli (10′ st Rivolta), Di Cesare (44′ st Del Bianco), Ronzoni, Somaschini, Luchetti (40′ st Mason), Ez Zahroui, Elli (14′ st Gbabre), Peloso, Orsenigo, Allievi.
A disposizione: Grieco, Villa, Restuccia, Procopio, Borghi, Esposito. All. Clerici
MARCATORI: 19′ pt, 45′ pt, 11′ st Caruggi (C), 29′ pt Labita (C), 4′ st Orsenigo (N), 15′ st Peloso (N), 35′ st Labita (C).

26012020

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome