CERIANO LAGHETTO / SARONNO – Va avanti la bonifica dei boschi dove c’erano le piazza di spaccio smantellate dalle forze dell’ordine. Polizia locale e volontari del Gst, il Gruppo di supporto territoriale, anche col metal-detector stanno passando al setaccio tali area, dove sono già stati trovati coltelli e droga. Ma sinora, mai una pistola. E invece tra gli ultimi ritrovamenti, portati alla luce grazie al metal detector, è avvenuto anche il ritrovamento dell’arma poi rivelatasi “a salve”. Era minuziosamente avvolta nel nylon e occultata nel sottosuolo.

“L’arma versava in pessime condizioni tanto che, solo dopo un’attenta osservazione e con non poche difficoltà, gli agenti hanno appurato che si trattava di un’arma a salve, probabilmente pronta ad un utilizzo intimidatorio nei confronti delle forze di polizia o altri criminali vista la verosimile uguaglianza all’autentica ed alle caratteristiche di funzionamento” è quanto dichiarato dal responsabile della polizia locale, Michele Speciale.

(foto: la pistola trovata nel bosco dalla polizia locale)

27052020

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome