VARESE – La colazione in agriturismo? “E’ il modo migliore per iniziare la giornata, perché il risveglio con i prodotti della terra a filiera corta dà una marcia in più”. Parola di Massimo Grignani, presidente di Terranostra Lombardia e Varese che ha fortemente voluto questo evento: un B2B, un punto di contatto dove si sono confrontati, alcuni giorni fa, i titolari degli agriturismi e delle imprese lombarde che effettuano vendita diretta attraverso la rete di Campagna Amica. Location, un agriturismo della vicina Garbagnate, “Agrimania”.
Diverse le adesioni e i prodotti “made in Varese”, con tanti protagonisti: dai formaggi e latticini dell’azienda agricola “Il Ronco” di Paolo Zanotti (Casciago) ai mirtilli firmati “Poc a Poc”, di Enrico Montonati (Vergiate), e ancora le uova di Fiorella De Ambrosi dell’agriturismo “La Pometa” (Montegrino), e ancora il miele il miele dell’apicoltura di Joris Lavini (Arcisate), i fichi e le confetture delle Terre di Solomon di Sabrina Ronzan (Albizzate) e l’ortofrutta de “Il Pascolo” di Elena Zibetti (Cairate).

“L’incontro – prosegue Grignani – ha offerto la possibilità di un confronto e interscambio diretto fra imprese che fanno agricoltura: un evento per offrire ai titolari di agriturismo la possibilità di conoscere e chiedere informazioni alle aziende di Campagna Amica per presentare i loro prodotti sia dolci che salati, facendo conoscere le caratteristiche, offrendo degustazioni e informazioni: ciò è importante per integrare l’offerta della prima colazione nella ricettività agrituristica, dando la possibilità di proporre ai loro ospiti un ghiotto “risveglio” all’insegna del chilometro zero. Ciò è importante per aumentare ulteriormente l’appeal delle nostre strutture, scommettendo sulla qualità, impareggiabile, dei prodotti che giungono dalle nostre terre. Occasione di lavoro e un’opportunità di crescita e sviluppo per migliorare la qualità dell’offerta ad un consumatore sempre più attento e curioso Altrettanto importante è il legame con le imprese di Campagna Amica, per rendersi visibili anche agli ospiti dell’agriturismo, che, incuriositi, possono così inserirli nelle mete di visita del loro viaggio o della loro permanenza”.

Gli agriturismi del territorio sono attenti a ogni minima cura del soggiorno dell’ospite accolto, proponendo allo stesso tempo ciò che di meglio il territorio può offrire: dai biscotti della cascina alle tisane agricole, ma anche formaggi e salumi (molto apprezzati dagli ospiti stranieri, avvezzi alla cosiddetta “colazione continentale” che comprende anche le uova, presenti al B2B di Garbagnate), farine, succhi di frutta, latte, yogurt, confetture, marmellate, miele e composte. ”L’adesione è stata massiccia da tutta la Lombardia e questo ci fa pensare che simili iniziative dovranno essere ripetute, diventando uno strumento ordinario di condivisione tra le nostre imprese agricole che hanno tutte lo stesso interesse: soddisfare i nostri clienti proponendo prodotti di qualità con una origine garantita” conclude Grignani.

13022020a

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome