SARONNO / TRADATE – Test sierologici, per sapere chi ha gli anticorpi del coronavirus, chi dunque ha “fatto” la malattia in modo molto lieve o addirittura senza accorgersi. Sul territorio di Ats Insubria (che comprende Saronno e Tradate) Sono stati eseguiti nei giorni scorsi a persone sottoposte a quarantena, perchè venute in contatto con persone poi rivelatesi positive al virus. Dei cittadini in quarantena, sono state esaminate 467 persone, 37 si sono rivelate a loro volta positive al virus (sono il 31.9 per cento), 60 i negativi (sono il 51.7 per cento) mentre i casi dubbi sono 19 (16.4 per cento).

In Brianza, su 653 persone in quarantena delle quali 226 sono risultate positive (34,6%), 413 negative (63,2%), 14 dubbe (2,1%). Sono in questo caso giunti i risultati anche dei test eseguiti sugli operatori sanitari: sono stati 1.779 di cui 110 positivi (6,2%), 1.654 negativi (93 per cento), 15 dubbi (0,8%).

“In tutta la Lombardia sono 33.306 i test sierologici effettuati fra personale sanitario (25.331) e soggetti in quarantena fiduciaria (7.975) effettuati dallo scorso 23 aprile nelle Ats della Lombardia”. Lo comunica l’assessore regionale al Welfare, Giulio Gallera. “Dalle analisi degli esperti che hanno esaminato gli esiti dei referti – spiega l Gallera – emergono risultati molto interessanti. Si conferma una limitata siero prevalenza media fra gli operatori sanitari e si consolida l’indicazione in base alla quale le misure di quarantena hanno rappresentato un ottimo
sistema per contenere la diffusione del virus: la meta’ dei cittadini in isolamento domiciliare non ha contratto il Covid e, di conseguenza, non ha rischiato di trasmetterlo”. “In conclusione – sottolinea Gallera – da questi ulteriori dati preliminari risulta che la maggior parte dei cittadini non e’ mai entrata in contatto con il virus e quindi e’ potenzialmente suscettibile. Il rischio di nuovi focali e’ concreto e le misure per la ripartenza devono tenere conto di questo aspetto”.

07052020

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome