TRADATE – Bocciato l’ampliamento dell’esenzione Irpef a Tradate: l’avevo chiesta i gruppi di minoranza. Per la precisione Pd, Partecipare sempre e Innovazione civica l’altra sera avevano portato all’attenzione del consiglio comunale un punto per ridurre la soglia di esenzione dell’Irpef, l’imposta sulle persone fisiche; il tutto in considerazione della crisi legata all’emergenza coronavirus, aumentando la soglia d’esenzione fino a 14 mila euro mentre era si ferma a 12 mila euro e valida per tutti i cittadini a prescindere dal loro reddito. E coprendo l'”ammanco” per il Comune con i fondi non utilizzati e che sarebbero dovuti servire all’organizzazione della Fiera zootecnica.

Ma l’idea, espressa tramite un emendamento al bilancio di previsione del Comune, non è stata approvata dalla maggioranza di centrodestra perchè secondo l’Amministrazione avrebbe infine favorito soprattutto chi guadagna di più.

(foto: il palazzo comunale di Tradate)

30122020

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome